VITALITÁ DELLA RIPETIZIONE CULTURA COREANA IN MOVIMENTO 2021 – Palazzo Tagliaferro

VITALITÁ DELLA RIPETIZIONE
CULTURA COREANA IN MOVIMENTO 2021

Giovedì 22 luglio 2019 ore 19.00
inaugurazione mostra “Vitalità della ripetizione”

Nell’ambito del progetto Cultura Coreana in movimento 2021
a cura di Christine Enrile

Saluto del Sindaco del Comune di Andora Mauro Demichelis e del Console Generale della Repubblica di Corea a Milano Kang Hyung-Shik; alla presenza del Vice Sindaco Patrizia Lanfredi e dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi

Benvenuto e introduzione alla mostra del Presidente della c|e contemporary Milano Christine Enrile

ingresso libero
mostra fino  al 29 agosto 2021
da giovedì a domenica ore 19 – 23

L’evento espositivo è programmato nel contesto dell’iniziativa culturale, promossa dal Consolato Generale della Repubblica di Corea a Milano, denominata “Cultura Coreana in Movimento 2021”, a cui l’Assessorato alla Cultura del Comune di Andora aderisce in una comune condivisione di intenti e stima reciproca dimostrata dalle frequenti visite ad Andora dei Consoli Generali della Repubblica di Corea a Milano.

 

GIHOON KIM

Nato nel 1990 in Korea, si diploma all’Università di Design di Mokwon, Corea del Sud e completa la sua formazione all’Haute ècole des Arts du Rhin, Strasburgo, Francia) G.K è un giovane artista che opera anche con il video e la performance.
Le Fotografie in mostra sono state scattate durante i suoi viaggi in luoghi tra Strasburgo e il lago Altenweiher, Francia, 2020 in cui ritraei soggetti insignificanti cercando di dargli un senso più profondo. L’artista ha sentito il bisogno di trovare il soggetto più insignificante per dargli un senso e catturarlo in modo gigantesco. Ha cercato di trovarne il significato, di immaginare una storia e di creare qualcosa di più prezioso.

“Ma questa ricerca non ha avuto successo. Era “quello” prima che lo incontrassi, era “quello” anche allora nella fotografia, ed è rimasto solo “Quello” anche dopo che l’ho lasciato.”

L’argomento che sta esaminando esiste già, quindi perché dovrebbe aggiungere una storia? L’esistenza da sola non ha valore? La sua speranza per cose apparentemente insignificanti, come oggetti usa e getta, statue mutile, cumuli di terra sparsi, crepe, ecc., è il prodotto della vana convinzione che l’artista li possa trasformare in qualcosa di sacro e significativo

 

DASO CHO

Nato nel 1970, vive e lavora a Parigi, Francia. C.D. si è formato all’ ècole Nationale Supèrieure d’Architecture de Paris Lavillette. La sua formazione semiologica ha come esito opere fotografiche in cui il soggetto diventa instabile, fluido, immerso in una realtà di metaconcetti. Nel dipinto di Monet in cui è ritratto il giardino di Giverny (Francia), non c’è un angolo buio e anche le ombre danzano al ritmo della luce. CHO DA SO non ha fotografato il bellissimo giardino di Monet né il giardino in stile giapponese famoso per i suoi fiori di loto, ma il passaggio sotterraneo che semplicemente unisce queste due bellezze. Finora nessun artista aveva utilizzato questo passaggio oscuro come soggetto d’arte. Anche se tutti i visitatori passano per questo passaggio sotterraneo, esso viene dimenticato molto rapidamente come se non fosse mai esistito.

 

MINHEE AHN

Nata nel 1991 in Cheong-Ju, Repubblica della Korea, si è diplomata in Art and Design al Shingu College di Sungnam-si, Department of Photography & Image Media, successivamente si è laureata alla Kyungil University di Gyeongsan-si, South Korea, sezione School of Photography & Motion Picture, completando poi gli studi alla Bauhaus University di Weimar.

Mr.B è una canzone eseguita dall’artista sudcoreana Minhee Ahn. La “B” iniziale sta per Borders, Sanguinamento, proiettile, bunker, lista nera, esca, credenze e mongolfiera. Il palloncino è stato utilizzato come mezzo di propaganda tanto nell’ex Germania occidentale quanto nella Germania orientale. Attualmente, viene utilizzato per lo stesso scopo in Corea del Sud e Corea del Nord. Minhee Ahn esplora l'”Umanità” al di là dei conflitti politici scrivendo una lettera a Mr.B come testo che lei gli canta. I testi esprimono i suoi sentimenti personali sull’attuale situazione politica nelle due Coree mettendo in parallelo la storia in Germania. Mr.B è stato creato nel Modern Trot, un genere di musica popolare coreana con il suo uso di ritmo ripetitivo e inflessioni vocali. 

 

SHINWOOK KIM

Nato a Seoul nel 1982, si diploma nel 2012 alla Fine Art Goldsmiths University of London, nel 2014 termina un master in fotografia al Royal College of Arts) S.K. è un artista che con i mezzi della fotografia costruisce una sua dimensione introspettiva notturna, realizzando una mise en abyme in cui si duplica incessantemente un passaggio di soglia dallo stato vigile allo stato ipnotico.

Un esempio visivo di questo suo processo operativo è leggibile nel ciclo di opere intitolato The Night Watch 2011-2017, che riprende, durante il servizio militare, una sua ronda notturna fatta, in solitaria, in una zona di confine tra la Corea del Nord e quella del Sud. Lo stato di stanchezza

accomunato alla tensione che lo attraversa, transitando in una zona demilitarizzata, ma a rischio, gli fanno scambiare per una persona un grande tronco d’albero in cui si è improvvisamente imbattuto. Da quel momento i suoi scatti fotografici riprendono, tra dominanti cromatiche verdi e viola, l’aspetto fantasmatico della foresta in cui deambula come in un sogno ad occhi aperti. La notte, la luce spettrale, che illumina i bordi delle chiome degli alberi, conferiscono alla sua opera un’immagine otticamente magnetica e psichicamente gotica. Shinwook Kim profondamente attratto dai confini immateriali tra Paese e Paese, dai terreni di nessuno, dai non-luoghi, come gli aeroporti e le sale d’aspetto, teorizzati da Marc Aug , dagli stati di slittamento tra il reale e l’immaginario.

 

KIM TAEDONG

Kim Taedong è nato e vive a Seoul, ha perseguito gli studi di fotografia alla ChungAng University di Seoul. Ha espresso con calma i confini della città con occhi sconosciuti e obliqui. La serie PLANETES è un’opera che iniziata nel 2015 con il progetto Real DMZ. A partire dai lavori nelle periferie della città, i lavori sono stati eseguiti nei villaggi vicini la DMZ e i siti di guerra in tutto il paese, nonché a Canberra, in Australia (cooperazione con l’Australian War Memorial), e Seoul. È un lavoro di Taegeukgi e Big Dipper vicino al confine DMZ. La luce rossa che sale è bella, ma ti fa sentire la tristezza di un luogo che conserva le cicatrici della guerra.

 

WOONHAE YEA

Woonhae Yea (nata nel 1989, Corea del Sud) vive e lavora a Londra e Seoul. Si è laureata in Belle Arti alla Goldsmiths, University of London nel 2015 prima di studiare scultura al Royal College of Art. Recentemente, Woonhae è stata premiato con l’Opportunities Fund del Royal College of Art nel 2021. Ha vinto il First Art Support, concesso dalla Seoul Foundation of Arts and Culture nel 2018.

La pratica di Woonhae Yea si è incentrata su cose che continuano ad espandersi ed esistono senza fine, come la plastica onnipresente scarti che non si disintegrano mai, assimilandosi a una condizione in cui le relazioni si svolgono in contesti urbani eterogenei. Nel romanzo Frankenstein del 1818 di Mary Shelley, Shelley creò un essere incorruttibile, la Creatura, attraverso il dottor Victor Frankenstein, come una riflessione sul rapido avanzamento della tecnologia in quel momento. La parola “incorruttibile” si riferisce alle qualità di non essere suscettibile di corruzione e non soggetto a morte o decadenza. Stupito e influenzato sia dal romanzo che dalle attuali norme urbane, Woonhae vede, nutre e crea i suoi “esseri”, sostituti che sembrano avere la forma di crows, ravens and rooks (tre tipi di corvi corcus corone, corvus corax, corvus frugilegus). Questi spazzini sono pieni di scarti che Woonhae cerca nella sua pratica quotidiana. 51 uccelli sono nati fino ad oggi, 16 luglio 2021. Sostituto – Corvus fa parte della serie in corso, SIL-oo-ET.

Scavenging (serie SIL-oo-ET)
“Le diapositive, ovviamente, offrivano facilmente una gamma praticamente infinita di immagini economiche. Le loro piccole dimensioni significavano che potevano essere facilmente manipolati, mentre la loro trasparenza significava che potevano essere ingranditi alla scala tipica dei dipinti senza l’imposizione di molto materiale fisico.’

Il proiettore per diapositive della giostra ruota per sempre, continuamente. Non c’è bisogno di distinguere tra ciò che viene prima e ciò che finisce. Immagini assortite di diapositive per invitare il pubblico nella ricerca di Woonhae verso le cose. Si compone sia di immagini di vita mondana sia di immagini trascendentali – i raggi X di “Supplente – Corvus” – così come suoni meccanici ma vibranti, creando un’atmosfera di testimonianza Woonhae ha creato “Sostituti” di esseri umani e ha fatto una radiografia dei corpi delle creature. La radiografia è stata supportata dal New York Animal Hospital di Seoul, in Corea. Scavenging fa parte della serie in corso, SIL-oo-ET.

Scroll to top