HERS – JANE McADAM FREUD – Palazzo Tagliaferro

HERS – JANE McADAM FREUD

Hers
Jane McAdam Freud
a cura di Viana Conti e Christine Enrile 

Inaugurazione sabato 3 agosto 2019 dalle ore 21.00
 – Saluto del Sindaco del Comune di Andora Mauro Demichelis e dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa Nasi
Introduzione alla mostra delle curatrici
Prevista performance dell’artista

a seguire rinfresco
ingresso libero

da giovedì a domenica ore 19 – 23

Il Contemporary Culture Center di Palazzo Tagliaferro continua la stagione espositiva estiva con la mostra personale di Jane McAdam Freud, Hers – Uno sguardo sul tema Arte e Perturbante di cui l’artista, pronipote di Sigmund e figlia di Lucian Freud, è figura di riferimento.
Cuore della mostra, curata da Viana Conti e Christine Enrile, l’installazione Freud’s Study, presentata nel 2016 al Wooyang Art Museum of Contemporary Art di Gyeongsangbuk-do, nella Korea del Sud, rivive oggi nelle suggestive sale di Palazzo Tagliaferro, generando un dialogo fra passato e presente, fra presenza e assenza, creando una sovrapposizione significativa tra le antichità collezionate da Sigmund Freud e le opere realizzate dall’artista.
Il rosso alle pareti e al pavimento, voluto fortemente dalla McAdam quale omaggio al sangue della madre, all’utero che l’ha generata, trasformerà una delle sale della Galleria Civica del Comune di Andora rispondendo al desiderio dell’artista di dare spazio alla figura femminile che viene qui posta al centro del discorso concettuale. 
I legami familiari che l’hanno sempre costretta a confrontarsi con il suo passato e con una genealogia importante (Sigmund Freud bisnonno e Lucian Freud padre), hanno alimentato il suo desiderio di dare spazio alla figura materna sempre posta in secondo piano. 
In occasione di Hers – Uno sguardo sul tema Arte e Perturbante, le sale del piano nobile di Palazzo Tagliaferro accoglieranno, inoltre, installazioni site specific fra le quali: HERS Mother Earth Architect a rappresentare l’Esistenza
Il visitatore sarà accompagnato a riflettere sul grande valore simbolico di opere quali HERS Mother Earth Architect, che incarna la Madre Terra concepita come architetto dell’universo. Le installazioni riveleranno allo spettatore come la nostra esistenza sia caratterizzata da una componente Perturbante che rimane oscura al nostro essere esperienziale, come il tempo sia un costrutto imperativo e inesistente e come lo spazio sia tutto e niente in quanto ovunque e in nessun luogo in ogni momento.
Jane McAdam Freud utilizza le più svariate tecniche espressive attingendo sia dal mondo della pittura che della scultura, utilizzando media contemporanei, creando video dagli esiti eccezionali quali HERS, opera realizzata in questi ultimi mesi, per la mostra di Palazzo Tagliaferro, a rappresentare il mutare delle emozioni in rapporto allo scorrere del tempo. 
Prevista durante l’opening una performance, di Jane McAdam Freud, che vedrà un coinvolgimento diretto del pubblico presente, un’occasione unica per osservare l’artista all’opera e ricevere stimoli e suggestioni che porteranno alla riflessione sul processo creativo e sulla fugacità del tempo.
La mostra ospiterà inoltre autoritratti dell’artista, in disegno, pittura, modellati con rete metallica, calchi in terracotta, taglio in pietra, fotografie, accostati ai ritratti del padre e del bisnonno che sembrano provenire da lontano e guardare lontano, avvolti nel silenzio del Tempo, affiorati dai meandri della memoria, inquietanti come dei revenants, immersi nell’aura sacrale della Grande Storia dell’Uomo e della Mente, che li accompagna e li sovrasta.
Scroll to top