Menu

L’ECLISSE DELLA RAGIONE: LA CACCIA ALLE “STREGHE”

 

LOCANDINA STREGONERIA

 

STREGONERIA DEPLIANT

 

Un Convegno che va ad arricchire il grande mosaico di iniziative artistico-culturali promosse dal Comune di Andora e dall’Associazione CE Contemporary nell’ambito della programmazione culturale di Palazzo Tagliaferro. Gli interventi previsti dal programma proseguiranno il percorso culturale del Contemporary Culture Center di Palazzo Tagliaferro offrendo, ancora una volta, all’interno della prestigiosa location, motivi di approfondimento ed analisi su tematiche di interesse antropologico, sociale e politico. Due giornate caratterizzate dalla presenza di autorevoli relatori che disserteranno sui percorsi che hanno portato ai tanti roghi in cui morirono le streghe in due lunghissimi secoli. Nessuna attribuzione di colpe ma una lucida analisi degli eventi persecutori che colpirono e hanno colpito in tempi recenti “eretici” e non allineati con l’ortodossia dominante. In questa prospettiva s’istallano quelli che riteniamo siano i “temi fondamentali” o le strutture formali su cui si istituiscono i rapporti fra gli attori della vicenda: il rapporto con il potere religioso, il passaggio dal peccato di superstizione al crimine di eresia, il rapporto con il potere politico o la ribellione delle forme culturali endogene verso quelle esogene, il rapporto con l’istituzione giuridica o i procedimenti penali, il rapporto con il sociale o della disperazione, il rapporto etnico-culturale come riconoscimento della propria identità. Accanto a questi percorsi, propri delle discipline sociostoriografiche e di antropologia culturale, si presentano altri cammini quali le avventure del corpo e della mente: il primo di questi prende avvio dalle condizioni igienico-sanitarie e dalle dipendenze fra fisiopatologia e psicopatologia con i relativi processi ideativi. Le ricorrenti epidemie di lebbra, peste e sifilide, la presenza di esiti psicopatologici a eziologia fisiologica (legati a condizioni alimentari o a danni genetici), l’utilizzazione di farmaci psicoattivi a fini terapeutici o per pratiche “religiose”, le crisi endemiche di ergotismo e patologie scrofolose, le patologie tireotossiche e i danni epatici, nonché l’insorgenza di malattie mentali a eziologia non fisiologica sono tutti eventi che ci impongono di focalizzare la nostra attenzione oltre che sull’induzione farmacologica a rilevanza psichica, anche sull’affabulazione psicopatologica e sulla connotazione archetipa dell’inconscio collettivo, qui collegato con l’immagine di particolari aree di rifugio, luoghi sia geografici che simbolici di insediamento della strega. E’ una storia narrata, quasi sempre, in prima persona dagli “inquisitori”, ma noi cercheremo di ascoltare anche gli altri, quantomeno come attori della storia.

Christine Enrile

Presidente CE Contemporary

 

Comments are closed.